Assegno di Ricollocazione

L’Assegno di Ricollocazione è una misura di politica attiva del lavoro destinata ai disoccupati percettori della Nuova prestazione di Assicurazione Sociale per l'Impiego, la cui durata di disoccupazione ecceda i 4 mesi.

Nella fase sperimentale destinatari dell’assegno di ricollocazione sono circa 30.000 persone disoccupate rientranti nel campione selezionato mediante procedura di estrazione casuale dallo stock di potenziali destinatari individuato dall’INPS.

L'Assegno di Ricollocazione consiste in un servizio personalizzato erogato da un Centro per l'Impiego o da un Soggetto Accreditato scelto dal disoccupato per la ricerca di nuova occupazione, volto al reinserimento nel mondo del lavoro in tempi brevi. 

L'importo, che va da 250 a 5.000 euro, dipende dal tipo di contratto stipulato e dal grado di difficoltà per ricollocare il disoccupato (profilo di occupabilità), e viene riconosciuto non alla persona disoccupata ma al soggetto erogatore che ha fornito il servizio.

Decreto legislativo 14 settembre 2015, n. 150 - Articolo 23

www.anpal.gov.it

 

Informazioni aggiuntive

Informativa Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informazioni