Servizio civile universale

Sono ammessi a svolgere il servizio civile universale i cittadini italiani, i cittadini di Paesi appartenenti all'Unione europea e gli stranieri regolarmente soggiornanti in Italia di età compresa tra 18 e 28 anni.

La selezione dei giovani da avviare al servizio civile universale si svolge a seguito dell'indizione di un bando pubblico.

Il rapporto di servizio civile universale non è assimilabile ad alcuna forma di rapporto di lavoro e non comporta la sospensione e la cancellazione dalle liste di collocamento o dalle liste di mobilità.

L'ammissione al servizio civile universale non costituisce, per il cittadino straniero, presupposto per il prolungamento della durata del permesso di soggiorno.

Il servizio civile universale può svolgersi in Italia e all'estero, ed ha una durata non inferiore ad 8 e non superiore a 12 mesi. L'orario di svolgimento si articola in un impegno settimanale di 25 ore, pari ad un monte ore annuo di 1145 ore per 12 mesi e 765 ore per 8 mesi.

I soggetti che hanno già svolto il servizio civile nazionale e quello universale non possono presentare domanda di partecipazione ad ulteriori selezioni.                            

Ai giovani ammessi a svolgere il servizio civile  universale è corrisposto un assegno mensile pari, in fase di prima applicazione, a quello corrisposto ai volontari in servizio civile nazionale.

Il servizio civile universale è utile per il conseguimento di titoli di studio, nei percorsi di istruzione e in ambito lavorativo, per favorire il collocamento nel mercato del lavoro, e nei pubblici concorsi.

Ai volontari è rilasciato un attestato per il servizio civile universale effettuato.

Decreto legislativo 6 marzo 2017, n. 40

Informazioni aggiuntive

Informativa Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informazioni