Disabili DGR 3 agosto 2017, n. 501

La Regione Lazio ha pubblicato la D.G.R. 3 agosto 2017, n. 501. L’iscrizione e la permanenza nell’elenco dei disabili (art. 8, legge n. 68/1999) è compatibile con lo svolgimento di attività lavorativa subordinata e autonoma, da cui derivi un reddito non superiore rispettivamente ad € 8.000,00 ed € 4.800,00.

In sede di prima iscrizione è consentito iscriversi nell’elenco del collocamento delle persone con disabilità in un territorio diverso da quello di residenza; il soggetto interessato stipula, in sede di iscrizione, il patto di servizio personalizzato (art. 20, d.lgs. n.150/2015).

 La sospensione dell’iscrizione è prevista in caso di lavoro subordinato con reddito annuale superiore ad € 8.000,00, se la durata del rapporto di lavoro non è superiore a 6 mesi.

La cancellazione è prevista in caso di lavoro subordinato con reddito annuale superiore ad € 8.000,00, se la durata è superiore a 6 mesi, e in caso di lavoro autonomo con reddito superiore ad € 4.800,00.     

           

Ai fini dell'adempimento degli obblighi di assunzione, i datori di lavoro privati che occupano almeno 15 dipendenti e gli enti pubblici economici assumono i lavoratori mediante richiesta nominativa di avviamento agli uffici competenti o mediante la stipula di convenzioni.

Per le aziende ricadenti nella fascia dimensionale dai 15 ai 35 dipendenti l’obbligo di assunzione scatta a partire dal 1 gennaio 2018; fino al 31/12/2017 tale obbligo scatta solo in presenza di nuove assunzioni e va effettuato entro i successivi 12 mesi dalla data di assunzione.

I criteri per la formazione delle graduatorie per le assunzioni presso i datori di lavoro privati, gli enti pubblici economici (in caso di mancata assunzione con richiesta nominativa) e per gli avviamenti a selezione presso le Pubbliche Amministrazioni sono:

a) Grado di invalidità;

b) Carico familiare;

c) Età anagrafica;

d) Situazione economica. 

D.G.R. 3 agosto 2017, n. 501

 

Obbligo di assunzione dal 1° gennaio 2018

Dal 1° gennaio 2018 entra in vigore la soppressione dell’art. 3, comma 2, della legge n. 68/99, che prevede, per le aziende da 15 a 35 dipendenti, l'obbligo di assumere un lavoratore disabile dal momento in cui viene effettuata una nuova assunzione (la sedicesima).

Con la modifica introdotta dal decreto legislativo n. 151/2015, art. 3, l’obbligo di assunzione del soggetto disabile sarebbe scattato già con la 15° unità.

Il decreto legislativo n. 185/2016, art. 5, ha inoltre inasprito le sanzioni per mancata assunzione del disabile.

Nota Ministero Lavoro n. 454 del 23 gennaio 2017

Legge 27 febbraio 2017, n. 19, di conversione del D.L. 30 dicembre 2016, n. 244  

 

La legge 12 marzo 1999, n. 68

La legge 12 marzo 1999, n. 68, che disciplina le problematiche relative alle persone disabili, ha come finalità la promozione dell'inserimento e dell'integrazione lavorativa delle persone disabili nel mondo del lavoro attraverso servizi di sostegno e di collocamento mirato.

 

PERSONE DISABILI (ART. 1)

- Persone in età lavorativa affette da minorazioni fisiche, psichiche o sensoriali e portatori di handicap intellettivo, che comportino una riduzione della capacità lavorativa superiore al 45%;

- persone invalide del lavoro con un grado di invalidità superiore al 33%;

- persone non vedenti o sordomute;

- persone invalide di guerra, invalide civili di guerra e invalide per servizio con minorazioni ascritte dalla prima all'ottava categoria di cui alle tabelle annesse al testo unico delle norme in materia di pensioni di guerra. 
 

ALTRE CATEGORIE (ART. 18)

- Orfani e vedovi per causa di lavoro, di guerra o di servizio;

- coniugi e figli di grandi invalidi per causa di guerra, di servizio e di lavoro;

- profughi italiani rimpatriati.

 

SCHEDA DISABILI

Le persone disabili che risultano disoccupate ed aspirano ad una occupazione conforme alle proprie capacità lavorative, si iscrivono nell'apposito elenco tenuto dal Centro per l'Impiego competente. Il Centro per l'Impiego annota in una apposita scheda personale le capacità lavorative, le abilità, le competenze, le inclinazioni, la natura e il grado della minorazione, e analizza le caratteristiche dei posti da assegnare ai lavoratori disabili, favorendo l'incontro tra domanda e offerta di lavoro.

 

QUOTE DI RISERVA

- N. 1 lavoratore per aziende che occupano da 15 a 35 dipendenti;

- n. 2 lavoratori per aziende che occupano da 36 a 50 dipendenti;

- 7% dei lavoratori occupati per aziende che occupano più di 50 dipendenti.

Alle persone appartenenti alle altre categorie è attribuita una quota di riserva, sul numero di dipendenti dei datori di lavoro che occupano più di 50 dipendenti, pari a un punto percentuale; la quota è pari ad un'unità per i datori di lavoro che occupano da 51 a 150 dipendenti.

 

PROSPETTO INFORMATIVO

La scadenza per la presentazione del Prospetto Informativo, che i datori di lavoro pubblici e privati obbligati sono tenuti ad inviare agli Uffici competenti in via telematica, ai sensi della legge 12 marzo 1999, n. 68 "Norme per il diritto al lavoro dei disabili", è fissata per il 23 maggio 2016.

Nota Lavoro 16 maggio 2016 n. 2896

 

ELENCO SCOPERTURE DISABILI E ISCRITTI ART. 18, LEGGE N. 68/99

Il Servizio Provinciale per l'Impiego ha pubblicato l'elenco aggiornato delle aziende e degli Enti della Provincia di Frosinone che hanno scoperture di disabili e di soggetti di cui all'art. 18 della legge n. 68/99.

Elenco aggiornato

Graduatoria Provincia Centralinisti non vedenti

Informazioni aggiuntive

Informativa Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informazioni