Reddito di Cittadinanza

Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 75 del 29 marzo 2019 la legge 28 marzo 2019, n. 26, di conversione del decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4 (G.U. n. 23 del 28 gennaio 2019), contenente norme relative al Reddito di Cittadinanza.

Il Reddito di Cittadinanza viene erogato ai nuclei familiari in possesso cumulativamente, al momento della presentazione della domanda e per tutta la durata dell’erogazione del beneficio, dei requisiti previsti

Entro 30 giorni dal riconoscimento del Reddito di Cittadinanza, il beneficiario è convocato

  • dai Centri per l’Impiego per stipulare il Patto per il lavoro, se nella famiglia almeno uno tra i componenti soggetti alle “ condizionalità “ sia in possesso di almeno uno tra questi requisiti:
  • assenza di occupazione da non più di due anni;
  • beneficiario della NASpI ovvero di altro ammortizzatore sociale per la disoccupazione involontaria o che ne abbia terminato la fruizione da non più di un anno;
  • avente sottoscritto negli ultimi due anni un Patto di servizio in corso di validità presso i Centri per l’Impiego;
  • a condizione che non abbiano sottoscritto un progetto personalizzato per il REI;
  • dai servizi dei Comuni competenti per il contrasto alla povertà, per stipulare il Patto per l’inclusione sociale, in tutti gli altri casi.

Le domande possono essere presentate dal 6 marzo 2019.

 

Reddito di Cittadinanza L. 28 marzo 2019, n. 26

Reddito di Cittadinanza D.L. 28 gennaio 2019, n. 4 

www.redditodicittadinanza.gov.it 

Circolare INPS 20 marzo 2019, n. 43

Bando Navigator

Informazioni aggiuntive

Informativa Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informazioni